Nota sui B&B

Il fatto che il nostro Paese sia terzo al mondo per numero di annunci su Air B&B (300.000), la dice lunga sulla grande opportunità che questo sito ha dato in termini di evasione fiscale.

Se da un lato Air B&B ha dato uno strumento di fondamentale importanza alle strutture di ospitalità del nostro Paese, che ricordiamo è una delle mete più gettonate per le vacanze, dall’altro ha reso un mercato già parecchio difficile, ancora più ingarbugliato e ingiusto per chi ha sempre pagato le tasse.

Oltre a ciò occorre ricordare che Air B&B non è l’unica piattaforma perché Trip Advisor è uscita già da tempo con holiday lettings, poi c’è Home away. Per non dimenticare la concorrenza sleale ed il ruolo dubbio che Trip Advisor ha sull’andamento delle strutture ricettive.

Insomma, mi pare che il sistema alberghiero di fascia medio-bassa, quindi ostelli, bad and breakfast  tutti, stia subendo l’era della digitalizzazione.

Il motivo è semplice, ed è il solito, perché manca una legislazione chiara e l’applicazione della stessa per salvaguardare chi ha sempre lavorato in modo onesto e trasparente.

Io credo che il legislatore debba farsi carico di un settore che conta più di 25.000 unità in tutto il Paese, dà lavoro a più di 40.000 persone con una stima di circa 8 milioni di pernottamenti venduti all’anno per un fatturato annuo di circa 270 milioni di euro e quindi di conseguenza un gettito erariale non indifferente. Inoltre l’altro dato affascinante dei B&B è che il gestore è nella maggior parte dei casi donna ed è istruito più della media.

I B&B italiani sono il fiore all’occhiello del turismo green, tanto è vero che ben il 90% delle strutture manifestano la propria vocazione “green” nell’eseguire pedissequamente la raccolta differenziata dei rifiuti e nell’utilizzo di semplici accorgimenti ecocompatibili (lampadine a basso consumo energetico, rubinetti rompigetto, uso di prodotti e detersivi biodegradabili, prodotti biologici, pannelli solari e fotovoltaici.

Dunque, dato che il web è per più del 95% dei turisti il mezzo privilegiato per la ricerca di una accomodation per la propria vacanza, è li che il mercato deve regolamentarsi e soprattutto è li che la comunità deve aiutare queste strutture ad essere intercettate e facilmente prenotabili.